• alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text
  • alt text

Luogo - Roma Georgia
Georgia Nord

Titolo Viaggio fotografico in Georgia

Durata Workshop 9 giorni

Quota Workshop1190 €

Anticipo su quota iscrizione 300 €

Docente WorkshopDaniele Bellucci

N° min/max Partecipanti6/8

La quota include• Trasferimenti da / per aeroporto;
• Tutti i trasferimenti interni secondo il programma;
• Pernottamenti in strutture ricettive di qualità medio-alta, con sistemazione in camere doppie: 3 pernottamenti in albergo a Tbilisi 2 pernottamenti in albergo a Kutaisi 1 pernottamento in albergo a Vardzia 2 pernottamenti in albergo a Mestia
• Trattamento di mezza pensione: colazioni in hotel, 1 pranzo, 6 cene;
• Ingressi previsti e le tasse locali;
• Mezzi fuoristrada per l’escursione ad Ushguli;
• Una bottiglia di acqua al giorno per persona.

La quota non include• Viaggio aereo e le relative tasse aeroportuali;
• Assicurazione del viaggio;
• Bevande alcoliche ed i pasti non indicati;
• Spese strettamente personali, eventuali mance, quant'altro esplicitamente non previsto nel precedente paragrafo "La quota comprende".




ISCRIVITI

PRENOTATI (0)

Torna alla pagina delle attività

Viaggio fotografico in Georgia

Workshop

Viaggio che attraverserà tematicamente tutto il nord del paese, tra paesaggi, architettura, tradizione, antropologia, non tralasciando l'aspetto festivaliero, poiché ad Ushguli assisteremo alla ricorrenza religiosa "Livskhvaari" con riti, danze, sfilate che caratterizzano la gente degli Svaneti.

Descrizione Workshop

1 Agosto 2023: Partenza per Tbilisi  -

Partenza dall'Italia, probabilmente nel tardo pomeriggio

2 Agosto 2023: Tbilisi  -

Arrivo a Tbilisi di notte. Trasferimento in hotel per qualche ora di riposo. Al mattino visita di Tbilisi, una delle città più antiche e straordinarie del mondo. Situata all'incrocio tra Occidente e Oriente, la città mette in risalto i colori dell'est e la raffinatezza dell'ovest. Durante la visita si ammirano i siti principali: edifici storici con magnifiche facciate, quartieri pieni di terrazze colorate, case tipiche con balconi ben intagliati, belle strade strette ma anche begli esempi di architettura moderna. Si raggiunge quindi la funivia per la fortezza di Narikala per ammirare la vista panoramica sull'intera città. Cena in ristorante e pernottamento in hotel. (C/-/C)

3 Agosto 2023: Tbilisi - Lago Paravani - Ninotsminda - Gorelovka - Vardzia (250 km)  -

Partenza verso la regione di Javakheti lungo una strada panoramica che passa per la cittadina di Tsalka, ammirando incredibili paesaggi del Piccolo Caucaso dove si incrociano altipiani vulcanici, grandi laghi blu e verdi vallate, abitate da pastori con i loro greggi. Si arriva quindi nel villaggio di Gorelovka dove si incontrano i membri di Dukhabori, una comunità religiosa esiliata dalla Russia a metà del XIX secolo. In loco, si viene invitati a una degustazione delle loro tisane e zuccheri fatti in casa. Si prosegue il viaggio lungo la magnifica valle di Mtkvari e dalle sue colture terrazzate ereditate dal Medioevo. Si effettua una sosta all'imponente Fortezza di Khertvisi per ammirare tutta la sua bellezza fino ad arrivare a Vardzia, una straordinaria città troglodita scavata nella montagna di Erusheti. Una meraviglia dell'architettura medievale georgiana tutta da scoprire con la Chiesa della Vergine Maria che contiene affreschi unici, raffiguranti il re Tamar, una figura chiave nella storia georgiana e antichi tunnel medievali. Cena e pernottamento in agriturismo a Vardzia. (C/-/C)

4 Agosto 2023: Vardzia - Saro - Chobareti - Ubisa - Kutaisi (250 km)  -

Partenza per Saro, un pittoresco villaggio arroccato su un'alta falesia. Qui si trovano le rovine megalitiche di epoca precristiana, rifugi sotterranei e un'affascinante chiesetta risalente al VII-VIII secolo. Arrivo a Chobareti per gustare un delizioso pranzo servito dalla gente del posto in una tradizionale casa. Partenza per Kutaisi. Lungo la starda sosta alla chiesetta di Ubisa (XI secolo), riccamente decorata da affreschi di grande suggestione, tra i più belli della Georgia. Arrivo a Kutaisi, passeggiata serale nel centro storico. Cena e pernottamento in albergo a Kutaisi. (C/-/C)

5 Agosto 2023: Kutaisi - Tskaltubo - Mestia (260 km)  -

Partenza per Tskaltubo per visitare i sanatori abbandonati. Durante l’era sovietica erano un’importante meta di vacanza, ma dopo le guerre degli anni ’90 e all’inizio degli anni ’00 i rifugiati si trasferirono in questi edifici abbandonati. Proseguimento per la remota valle di Svaneti. Il percorso ci conduce quindi all’entrata del canyon scavato dal fiume Enguri, che costituisce la via di accesso alla regione dello Svaneti. Questa remota area costituisce anche uno dei cuori antropologici del paese, nonché una delle culle della cultura georgiana, anzi per essere più precisi della cultura Svan: gli svani posseggono infatti un’altra lingua, incomprensibile al resto dei georgiani. Rimasti isolati dal resto del mondo a causa delle alte e inaccessibili montagne circostanti, hanno conservato la propria cultura, tradizioni e riti, i culti della fertilità, del lupo e del toro, e della musa Dali, la bionda dea della caccia. Sosta lungo il percorso per ammirare il paesaggio naturale. Nel tardo pomeriggio arrivo a Mestia, dove potremo conoscere la cultura unica dello Svaneti, la regione abitata più alta d'Europa essendo circondata da picchi compresi tra i 3000 e i 5000 metri. Cena e pernottamento in guest house. (C/-/C)

6 Agosto 2023: Mestia - Ushguli - Mestia (90 km)  -

Partenza in 4x4 verso il luogo più isolato della regione Ushguli si trova ai piedi del monte Shkhara (il monte più alto in Georgia, 5193 m). La comunità è composta da 4 villaggi (Zhibiani, Chvibiani, Murqmeli e Chazhashi) e la loro altezza varia da 2060 metri a 2200 metri sul livello del mare. Questo rende Ushguli l'insediamento abitativo più alto d'Europa. Il centro della comunità è stato dichiarato il museo all’aperto e con le sue torri medioevali fa parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO. In questa giornata si celebra la "Livskhvaari", una ricorrenza religiosa che si tiene ogni prima domenica di agosto. La festa si inizia all'alba con la messa, la mattinata proseguirà con lotte tra pecore, canti, balli e "supra" (banchetti di grandi libagioni). Rientro a Mestia, cena e pernottamento. Rientro a Mestia, cena e pernottamento a Mestia. (C/-/C)

7 Agosto 2023: Mestia - Kutaisi (250 km)  -

Tempo a disposizione per scoprire i villaggi pittoreschi di Mestia, dove possiamo conoscere la vita di tutti giorni del popolo locale. Nel tardo pomeriggio salutiamo la magnifica valle di Svaneti. Si intraprende il viaggio di ritorno a Kutaisi. Proseguimento per la visita del grande complesso monumentale di Gelati, Patrimonio dell’UNESCO. Rientro a Kutaisi. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento. (C/-/C)

8 Agosto 2023: Kutaisi - Katskhi - Chiatura - Mtskheta - Tbilisi (270 km)  -

Partenza per la città di Chiatura fondata dopo la scoperta dei depositi di manganese, nella seconda metà dell’Ottocento. Divenne famosa per il complesso e pioneristico sistema di funivie, costruito in epoca sovietica, tra gli anni Trenta e Cinquanta. A circa 10 chilometri dalla città mineraria di Chiatura si visita un monolite alto 40 metri. Si chiama Katskhi Pillar e sulla sua cima ospita una piccola chiesetta. Si parte verso l’antica capitale georgiana, Mtskheta. Qui si visitano due luoghi sacri: il Monastero di Jvari dove si gode di una vista sublime della regione, e la Cattedrale di Svetitskhoveli, un eccezionale esempio di architettura ecclesiastica e dove secondo la leggenda fu sepolta la Sacra Sindone. Entrambi i siti sono elencati come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Arrivo a Tbilisi. Sistemazione in hotel e pernottamento. (C/P/-)

9 Agosto 2023: Partenza  -

Trasferimento all’aeroporto di Tbilisi e partenza.

Competenza fotografica consigliata

trattandosi di viaggio di tipologia multiforme e e non specialistica, il partecipante non necessiterà di competenze fotografiche particolarmente spiccate.

Attrezzatura fotografica consigliata

Fotocamera mirrorless o reflex, dotata di uno zoom grandangolare per i numerosi paesaggi che vedremo. Si può aggiungere un obiettivo (50mm o 85mm) o un mezzo tele per qualche ritratto che avremo occasione di scattare. Un cavalletto potrebbe essere utile per scattare foto con tempi lunghi durante la tarda serata.

Note Workshop

In caso non si raggiungesse il numero massimo (8 pax) il costo del viaggio sarà di 1290 (6 pax) I voli al momento partono dai 500 euro